Luneur Park Roma

“GIOCHIAMO INSIEME”  “Mistery Box, Cosa c’è nella scatola?” da Explora

“GIOCHIAMO INSIEME” “Mistery Box, Cosa c’è nella scatola?” da Explora

Ad Explora laboratori di tinkering per sperimentare, attraverso attività di costruzione, creatività, scienza e nuove tecnologie per bambini e adulti, ad accesso gratuito.

Weekend del 31 Gennaio e 1 febbraio, del 28 Febbraio e 1 marzo e del 21 e 22 Marzo 2015

“GIOCHIAMO INSIEME” è l’iniziativa realizzata in collaborazione con Kinder Sorpresa, che fin dalla sua nascita, 40 anni fa, crea un momento di gioco tra genitori e figli, rafforzando la loro relazione e complicità.
I luoghi scelti per promuovere questa iniziativa sono i Musei dei Bambini, dove il gioco non solo è un prezioso veicolo per la crescita del bambino ma è anche un utile strumento per l’apprendimento attraverso l’approccio “learn by doing”. Il gioco svolge da sempre una funzione strutturante dell’intera personalità del bambino: è attraverso il gioco infatti che i bambini sperimentano il loro mondo e quello degli altri, imparano a essere creativi e a esprimere i propri stati d’animo. Ecco quindi spiegato il titolo: “giocare insieme” pone bambini e adulti in una relazione familiare rafforzandone i legami.

A partire dal 31 gennaio 2015, Explora ospiterà “Giochiamo insieme: Mistery Box, Cosa c’è nella scatola?” un ciclo di laboratori gratuiti rivolti a bambini e genitori incentrati sulla metodologia del tinkering, didattica innovativa, di respiro internazionale, che consente di sperimentare attraverso attività di costruzione abbinate a creatività, divertimento e indagine, il mondo della scienza e della tecnologia.

 

giochiamo insieme explora2

Le “Mistery box”, scatole della sorpresa, contengono oggetti, materiali e alcuni strumenti da utilizzare per i diversi laboratori rivolti ai bambini tra i 3 e gli 11 anni e ai loro genitori, che creano l’occasione per giocare insieme in un contesto innovativo, divertente e intelligente. Il tinkering è una metodologia educativa nata e sviluppata presso l’Exploratorium di San Francisco su esperienze e ricerche del MIT, per l’apprendimento in STEM – science, technology, engineering, mathematics. Explora si è formata sul tinkering grazie a 2 progetti della Legge 6/2000 finanziati dal MIUR.

Gli obiettivi primari dell’evento “Giochiamo insieme” rappresentano in primo luogo la stimolazione dell’interazione tra genitori e figli grazie al gioco; attraverso questo momento sarà possibile così avvicinare bambini e adulti a nuovi approcci di apprendimento informale “learning by doing” scoprendo attività di costruzione per valorizzare creatività e ragionamento grazie al “tinkering” alla conquista delle nozioni di scienza.
Kinder Sorpresa, promotore di momenti di incontro e di gioco in famiglia, sostiene il progetto “Giochiamo Insieme” ciclo di laboratori ad accesso gratuito il cui tema centrale è la “costruttività” come momento d’incontro fra genitori e figli. Dopo la felice esperienza del MUBA di Milano nel 2014 con laboratori e attività curate e create ad hoc da diversi artisti per le famiglie, Kinder Sorpresa ha pensato ad Explora per la serie di laboratori, sul tema della costruttività, per creare un momento di gioco e di scambio tra genitori e figli.

3 week end, questi gli orari di ingresso: ore 10.15, 12.15, 15.15 e 17.15, nei giorni di sabato 31 gennaio e domenica 1 febbraio 2015, sabato 28 febbraio e domenica 1 marzo 2015, sabato 21 e domenica 22 marzo 2015.
I laboratori avranno la durata di 1ora e 30 minuti e si svolgeranno presso lo spazio dedicato ai laboratori al primo piano del Museo.

INFORMAZIONI- Modalità di partecipazione 
Prenotazione obbligatoria https://www.mdbr.it/giochiamo-insieme/ o al 063613776
Ingresso gratuito. Obbligatoria la presenza dell’adulto.
Per accedere al laboratorio prenotato, Il giorno della visita è necessario ritirare il biglietto omaggio entro e non oltre gli orari indicati: 10.15, 12.15, 15.15, 17.15.

PROGRAMMA

Sabato 31 gennaio e domenica 1 febbraio 2015:
Mistery Box, Cosa c’è nella scatola?  Per la fascia di età 3/5 anni
Marble Soft Machine, per creare – con lana, acqua e sapone -palline morbide e colorate da far correre su piste realizzate grazie all’utilizzo di bottiglie, tubi idraulici, tubi di cartone o di plastica, bicchieri.
Mistery Box, Cosa c’è nella scatola?  Per la fascia di età 6/11 anni
Circuiti luminosi, come accendere una lampadina? Quali materiali conducono energia? Noi siamo dei conduttori?
Bambini e genitori, utilizzando oggetti comuni come: batterie, luci, cicalini, motori, interruttori, sperimentano il funzionamento dei circuiti elettrici.

Sabato 28 febbraio e domenica 1 marzo 2015:
Mistery Box, Cosa c’è nella scatola?  Per la fascia di età 3/5 anni
Oggetti Volanti, per scoprire insieme come costruire oggetti volanti con materiale di uso quotidiano –carta, cartoncino, plastica leggera – toccare quindi materiali diversi, sperimentare forme e creare oggetti in grado di sfruttare l’aria per arrivare sempre più in alto.
Mistery Box, Cosa c’è nella scatola?  Per la fascia 6/11anni
Automata, come far girare le cose, come alzare, muovere e spostare gli oggetti? Bambini e genitori esplorando elementi meccanici scoprono e creano la propria scultura in movimento.

Sabato 21 e domenica 22 marzo 2015:
Mistery Box, Cosa c’è nella scatola?  Per la fascia di età 3/5 anni
Circuiti morbidi, per sperimentare il percorso di un circuito luminoso, con farina, acqua e sale, led, interruttori, motorini, carta e colori.
Mistery Box, Cosa c’è nella scatola?  Per la fascia 6/11anni
Scarabocchio elettrico, possono i pennarelli disegnare da soli? Batterie, cavi elettrici, pennarelli, per inventare uno strumento che lascia un segno tracciando il suo percorso.

In collaborazione con Kinder sorpresa
http://www.kinder.it/it

Web: www.mdbr.it
Biglietteria: 06 3713776
Explora Via Flaminia, 80/86

Se vuoi lascia un commento

Ti ricordiamo che romadeibambini non organizza gli eventi direttamente è solo una fonte d'informazione
Non ci sono commenti!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *