Rome Duck Store il negozio che vende solo paperelle di gomma

Il gioco euristico: attività da 0 a 3 anni

Il gioco euristico è l’attività che oggi vi presenta la Maestra Liana, in questo percorso mensile di proposte per bambini da 0 a 3 anni che ha lo scopo di aiutarvi ad organizzare in casa piccole attività per i vostri bambini, in quella fascia d’età così importante che è quella delle prime scoperte.

Cos’è il gioco euristico

Un’importante tappa progressiva, dopo il cestino dei tesori di cui abbiamo parlato la volta scorsa, è rappresentata dal gioco euristico: attraverso questa attività i bambini scoprono gli oggetti in un’attività di ricerca ed esplorazione provando a comprendere il senso e il significato dei materiali a disposizione senza necessariamente avere uno scopo finale.

A partire dai 12/15 mesi il bambino è interessato alla fisicità degli oggetti, la loro forma e il loro uso specifico. Tirare, scuotere , ascoltare il rumore degli oggetti lo aiuteranno a conoscere gli oggetti e a rapportarsi con essi. Attraverso la libera esplorazione il bambino compie la sua esperienza di apprendimento, sperimentando la concentrazione, l’attenzione, il nesso causa-effetto e l’interazione degli oggetti, infine ma non per ultima la manualità.

Perché è importante proporre attività ai nostri piccoli? Lo spiegano qui la maestra Liana e la dott.ssa Bonura!

Quali oggetti si utilizzano nel gioco euristico

Il gioco euristico è una spontanea attività di esplorazione degli oggetti ed è composto da oggetti destrutturati come quelli utilizzati per il cestino dei tesori, e, diversamente da quest’ultimo, dovranno essere catalogati per tipologia e inseriti in sacchette di stoffa o juta richiudibili con un laccio.
Vediamo insieme come realizzare una versione di gioco euristico da fare in casa.

Procuratevi una serie di barattoli e scatole di diverse dimensioni e disponeteli su un tappeto che avete scelto per delimitare l’area di gioco, scegliete sempre un angolino tranquillo della stanza possibilmente privo di possibili distrazioni. Scegliete delle categorie di oggetti e recuperate almeno 10 oggetti per tipologia: ad esempio, 10 anelli per tende, 10 mollette di legno per il bucato, 10 pezzi di corda, 10 noci, 10 cucchiaini, 10 pezzi di catene, 10 bigodini, 10 pezzi di tubo di gomma ecc…

Prendete spunto dalla lista degli oggetti per il cestino dei tesori che trovate qui!

Riempite una sacchetta, ognuna con una tipologia di oggetti e, per rafforzare e facilitare l’apprendimento delle categorie, potrete cucire o disegnare esternamente sulla sacca uno degli oggetti contenuti in essa: questo renderà più semplice anche il momento del riordino che non va assolutamente trascurato essendo parte dell’attività stessa. Al nido le sacchette per il gioco euristico sono appese con dei ganci fissati al muro ad altezza bambino, in casa potete disporle in fila su un lato del tappeto evitando di bucare il muro.

Il ruolo dell’adulto nel gioco euristico

60 attività Montessori per il mio bebè

Il ruolo dell’adulto nel gioco euristico è quello di osservatore discreto, cercando di interagire il meno possibile ma evitando di sottrarsi nel caso sia il bambino a richiedere supporto. Cercate di lasciarlo sperimentare autonomamente, senza i nostri suggerimenti che potrebbero limitare la sua libera espressione creativa, godetevi il momento. Osservate ed ascoltate, e scoprirete molto sul vostro bambino. Questa ricca attività ha la capacità di catturare l’attenzione del vostro bambino indicativamente per circa un’ora (compatibilmente con i tempi di attenzione del vostro bambino) via via che proporrete il gioco euristico il tempo di interesse e concentrazione aumenterà in modo progressivo, quindi se le prime volte il gioco durerà poco non preoccupatevi e non smettete di proporlo.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.