Che emozione la Prima Elementare

“Chissà come sarà la mia nuova maestra, non so se avrà i capelli lunghi o corti se porterà gli occhiali o no, se sarà simpatica e sorridente o antipatica e severa….chissà come sarà la mia classe quanti compagni avrò e quale sarà il mio banco….”

Sono diverse le cose che i bambini non sanno e tante le domande che frullano nella loro testa;sono curiosi ed emozionati pensando alla loro nuova situazione scolastica. Il primo giorno di scuola elementare in assoluto è davvero intriso di forti emozioni, anche nel bambino che apparentemente non le esterna facilmente.

Chi di noi adulti non ricorda il suo primo giorno di scuola?
Penso in pochi, e questo a dimostrazione del fatto che l’ impatto emotivo è forte e indelebile anche a distanza di tanti anni.

Cosa è importante fare affinchéi figli vivano serenamente questa importante tappa della loro vita?

Vivere intensamente con loro sia i giorni che precedono l’evento sia quelli successivi.
Ansie e timori rapportati ovviamente alla loro età ci sono, proprio come sono presenti in noi adulti ogni qual volta subiamo un cambiamento lavorativo o famigliare che sia.
Ma un bambino rispetto ad un adulto ha chiaramente più bisogno di un intervento esterno anche solo per essere confortato o sostenuto con uno sguardo o con un puffetto sulle guance.
La cosa più importante che i genitori possono fare per aiutare il loro piccolo ad affrontare serenamente questo nuovo inizio è essere uniti e amorevoli; nei giorni precedenti l’ingresso a scuola mai sottolineare la parte negativa della nuova situazione: i compiti, la disciplina, gli orari lunghi, la fatica insomma di diventare grandi.

Il linguaggio da usare deve essere sempre rassicurante mettendo magari in risalto la parte positiva di questo nuovo step della loro vita: si può dire al bambino che ora potremmo ascoltarlo mentre legge la sua storia preferita o che sarà lui stesso a scrivere la letterina per Babbo Natale.
E’ fondamentale inoltre che il bambino sia presente nel momento in cui si va in cartoleria per acquistare il suo materiale scolastico e che gli venga data la possibilità di scegliere l’astuccio o il quaderno che più gli piace…coinvolgiamolo il più possibile… gli farà piacere e sarà felice della condivisione di questo momento cosi emozionante per lui.
Le relazioni famigliari si ripercuotono tanto sugli stati d’animo dei bambini soprattutto in queste situazioni.
I primi giorni di scuola, prima di uscire è utile prendersi del tempo insieme anche solo per una colazione condivisa evitando di lasciare il bambino solo magari davanti alla televisione. E occorre creare dei nuovi rituali di separazione: alla scuola materna i genitori entrano e si intrattengono qualche minuto mentre questo non è più consentito alla scuola elementare.

Stabiliamo quindi un’abitudine: un abbraccio speciale, un saluto particolare dal portone della scuola naturalmente per il tempo necessario all’adattamento che è variabile da bambino a bambino.

Sarà bello e piacevole poi una volta diventati grandi ricordarsi di questi semplici gesti carichi di amore e rassicurazione!

La Dr.ssa Marta Falaguasta è a disposizione per rispondere a domande e dare consigli, clicca qui per accedere al modulo di contatto.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE