Prima dei doveri parliamogli dei loro diritti!

Quante volte come genitori ci preoccupiamo più di insegnare ai nostri figli i tanti doveri con frasi tipo: “devi fare questo, devi fare quello…questo si fa cosi” e cosi via…. senza mai fare accenno ai loro diritti?

Oggi si celebra la “Giornata mondiale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza” e credo che ogni genitore dovrebbe, anche solo per pura informazione, leggere tutti i diritti dei bambini.

Come professionista, ma ancor prima come mamma, penso che innanzitutto sia giusto e doveroso da parte di un genitore parlare ai propri figli di questa giornata e di quello che significa.

Di cosa parla questa carta dei diritti dei bambini?
Parla innanzitutto di loro, che sono delle persone, prima ancora di essere i nostri figli, e come tali vanno rispettate.

L’articolo 42 dice proprio questo rivolgendosi al bambino: “Hai il diritto di sapere quali sono i tuoi diritti”

E sfogliando la carta dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza si legge:

ART.12

“Quando degli adulti prendono una decisione che ti riguarda in qualsiasi maniera hai il diritto di esprimere la tuaopinione e gli adulti devono prenderti sul serio”

ART.31

“Hai il diritto di giocare”

ART.37

“Anche se fai qualcosa di sbagliato a nessuno è permesso di punirti in una maniera che ti umili o ti ferisca gravemente…”

….ne seguono chiaramente molti altri… personalmente credo che questi siano quelli che parlano maggiormante della relazione genitori- figli e che quindi ci riguardano più da vicino raccontando il quotidiano delle nostre interazioni con loro.
Quando dobbiamo prendere una decisione su una qualsiasi cosa che li riguardi non possiamo prescindere dal sentire il loro parere altrimenti sarebbe come spostare una bellissima pianta per collocarla sempre alla luce… il nostro proposito è pieno di amore, ma i nostri figli, a differenza delle piante, sanno da soli quando giocare al sole e quando sotto il letto.

I bambini hanno poi il diritto di giocare. Attraverso il gioco un bambino impara a comprendere come funzionano le cose, cosa si può fare o non si può fare con determinati oggetti e si rendono pian piano conto dell’esistenza di regole di comportamento che vanno necessariamente rispettate.

E perchè punire o peggio umiliare i nostri bambini? Le punizioni hanno un effetto a breve termine e le umiliazioni feriscono e danneggiano gravemente la salute psichica dei bambini. Molto più utile invece il dialogo e il confronto finalizzato a capire la motivazione di un certo comportamento sbagliato. in questo modo il bambino si sentirà ascoltato e compreso e avrà voglia di far tesoro dei consigli del proprio genitore.
Ricordiamo quindi questa sera di leggere ai nostri figli i loro diritti assieme alla favola della buona notte, ma proviamo soprattutto ad impararli noi perché loro in verità già li conoscono bene!

La Dr.ssa Marta Falaguasta è a disposizione per rispondere a domande e dare consigli, clicca qui per accedere al modulo di contatto.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE