PREPARIAMO LA “VALIGIA” PER… TORNARE A SCUOLA!

PREPARIAMO LA “VALIGIA” PER… TORNARE A SCUOLA!

E’ quasi arrivato il momento di tornare sui banchi di scuola: famiglie, insegnanti ma soprattutto bambini e ragazzi sono  coinvolti negli ultimi preparativi prima della partenza!
Si riparte e il percorso sarà lungo e denso di emozioni di varia natura che accompagneranno noi e i nostri figli per un intero anno scolastico.

Cosa mettere in valigia per questo particolare e avventuroso viaggio?
Tutto.

Dopo le lunghe vacanze estive, è importante riprendere la quotidianità sperimentando tutte le emozioni che proviamo a trecentosessantagradi ed è fondamentale condividere tutto questo in famiglia.

La scuola occupa un posto di rilievo nella vita delle famiglie in quanto è un luogo dove si riversano tante e grandi aspettative e dove inevitabilmente ci sono anche ansie e timori.

Oltre ai libri, quaderni e vario materiale scolastico quindi dentro quegli zaini i nostri figli portano anche tutte le loro emozioni che, se adeguatamente contenute e comprese, potranno essere considerate positive ed arricchenti ed essere un buono stimolo per ripartire.

Per aiutare i nostri figli ad affrontare con serenità il rientro a scuola è necessario  star loro vicini e partecipare attivamente ai vari preparativi prima del “suono della campanella” non dimenticando mai che siamo stati bambini e ragazzi anche noi ed abbiamo quindi provato, magari con modalità diverse, le loro stesse emozioni e vissuto i loro stessi stati d’animo.

Condividiamo quindi i loro pensieri e le loro emozioni cogliendo l’opportunità di dialogo effettuando ad esempio insieme l’acquisto del materiale scolastico ma soprattutto raccontando loro con atteggiamento empatico che quelle stesse ansie, paure e perplessità le abbiamo provate anche noi quando avevamo la loro età. In questo modo ci sentiranno più vicini al loro mondo e con molta probabilità questo faciliterà la ripresa del loro percorso scolastico.

Se ci troviamo di fronte a bambini e ragazzi particolarmente riservati impariamo ad osservarli e a sentire i loro vissuti senza mai diventare invandenti…apprezzeranno questo atteggiamento e con i loro modi e tempi prima o poi sentiranno il nostro reale interesse per quello che provano e cosi ci renderanno partecipi dei loro pensieri.
In alcuni casi l’ansia e le preoccupazioni in generale possono, specie nei bambini più piccoli, manifestarsi con particolari sintomi quali difficoltà nel dormire, incubi o disturbi comportamentali di vario genere. I bambini possono diventare irrequieti e chiedere continue attenzioni da parte dei genitori. Se questi comportamenti persistono anche dopo l’inizio della scuola, è preferibile confrontarsi con le insegnanti e consultare un esperto.
Il rientro nella comunità scolastica racchiude in sè anche aspetti positivi quali la gioia di ritrovarsi con i compagni, la possibilità di conoscerne di nuovi e la curiosità di sperimentarsi in quello che sarà un nuovo percorso formativo.

Trasmettiamo quindi loro quella giusta dose di entusiasmo che questa esperienza deve avere…la scuola in fondo è un meraviglioso luogo dove si imparano tante cose, si incontrano tante e diverse persone, in cui  si cresce… dove si entra piccoli e si esce grandi!

La Dr.ssa Marta Falaguasta è a disposizione per rispondere a domande e dare consigli, clicca qui per accedere al modulo di contatto.

Lascia un commento

Noi amiamo i commenti costruttivi e ti ricordiamo che siamo un magazine non organiziamo direttamente gli eventi che trovi in questo sito
Non ci sono commenti! lascia un commento commenta questo articolo!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *