Villa Borghese con i bambini in cerca di “Storie di Pietra”

Villa Borghese con i bambini in cerca di “Storie di Pietra”

Settembre con il suo sole ancora estivo è il mese ideale per portare i bambini a giocare nel verde dei giardini e dei parchi che costellano la nostra bella città.
Oggi vi voglio condurre in una grande area verde situata proprio nel cuore della Capitale, ma non si tratterà di una semplice passeggiata tra i vialetti ombrosi e i sentieri di ghiaia…siete pronti ad aguzzare la vista? andremo a “caccia di indizi particolari” insieme alle mamme e ai papà.

Scateniamo la fantasia
Ai bambini piace molto essere protagonisti di avventure immaginarie, spesso popolate da animali magici e parlanti. Moltissime sono le fiabe e le storie che si sono tramandate di generazione in generazione fino ad arrivare alle nostre orecchie, alcune si perdono addirittura nel mito.
Quanti di voi genitori hanno dovuto interpretare almeno una volta le gesta di un lupo minaccioso, una volpe furbetta o magari del famoso gatto con gli stivali?
La mini guida che segue vi svelerà come sollecitare la fantasia dei vostri bambini per trasformare una semplice giornata in una bella avventura all’aperto: scopriremo insieme misteriose creature fatte di pietra e le loro antiche storie.

Pronti partenza…via!
Occorrente:
– un astuccio pieno di colori
– uno smarthphone o un tablet
– un blocco per appunti
– colla e forbici dalla punta arrotondata
– una buona dose di fantasia e immaginazione!

villa-borghese-drago villa-borghese-drago2

Entrate dall’ingresso di Via Pinciana. Potete decidere di percorrere le tappe seguenti a piedi o di noleggiare una bicicletta all’interno della Villa, se poi avete voglia di prendere il famoso trenino…la visita sarà ancora più divertente!
In questa Villa di circa 80 ettari situata vicino al Centro Storico vi sono edifici, sculture, monumenti e molte fontane ma anche tantissimi alberi secolari, giardini all’inglese e un bel lago.

Tanti pittori in cerca di ispirazione vengono qui per dipingere e se volete imitarli c’è spazio per tutti…un foglio e dei colori brillanti sono tutto ciò che vi serve per “scatenare” l’artista che è in voi!

Prima di cimentarvi nella pittura però iniziate a guardarvi intorno: siamo in casa di un Principe lo sapevate? Villa Borghese prende infatti il nome da una nobile famiglia, che qui veniva a riposarsi dalle fatiche degli impegni quotidiani in città.

Quando Scipione Borghese nel 1615 decise di costruire la sua Villa e il Parco annesso qui intorno non c’era altro che una distesa di prati e boschi, pascolavano gli animali …insomma era aperta campagna!

Un animale che pascola ed ama particolarmente l’erbetta fresca dei campi lo conoscete sicuramente bambini, ecco l’INDIZIO N°1: a pochi metri dal cancello cercate dei musi di … MUCCA.
Le nostre mucche si riconoscono per il loro candore… bianche come il  latte e  fatte di marmo.

Siete di fronte alla Galleria Borghese, un museo che ospita al suo interno tante belle sculture di artisti famosi in tutto il mondo come Gian Lorenzo Bernini.
cliccate su questo link per vedere una delle opere più famose di questo scultore!
http://galleriaborghese.beniculturali.it/index.php?it/93/bernini-apollo-e-dafne

Chi sono questi personaggi? Il dio Apollo e la Ninfa Dafne. La loro storia non è a lieto fine…almeno non per il povero Apollo, dio della musica.

12043553_438439663027516_1764485849_o

Apollo è innamorato di Dafne che però non lo ricambia…anzi non lo sopporta proprio! Lui però la insegue spesso nei boschi dove abita e lei fugge sempre.
Un giorno, stanca di questo gioco, implora la dea Gea di salvarla: ecco che all’improvviso le braccia e le gambe della ragazza si trasformano in rami di alloro…e la fanciulla diventa un bellissimo albero.

Lo sapevate che Dafne nella lingua greca significa proprio alloro?

Pronti per L’INDIZIO N°2?

Dovete essere coraggiosi perché si tratta nientemeno che di un DRAGO!
Talvolta Villa Borghese può trasformarsi in un luogo assai pericoloso, nessun altro parco è infatti così popolato di aquile e draghi: sono gli animali dello STEMMA BORGHESE.

Eccolo qui in basso, potete ritagliarlo e applicarlo sul vostro blocco da disegno come talismano portafortuna…chissà quali altri animali pericolosi si aggirano per i sentieri della Villa!

12033499_438439659694183_1578325654_n

Tuttavia voi siete bambini coraggiosi e non dovete aver mai paura di esplorare posti nuovi ma soprattutto qui nella Villa siete i benvenuti perché il Principe Borghese ha scritto:

“IO, CUSTODE DELLA VILLA BORGHESE, QUESTO PUBBLICAMENTE DICHIARO: CHIUNQUE TU SIA, PURCHÉ UOMO LIBERO, NON TEMERE QUI IMPACCI DI REGOLAMENTI; VA PURE DOVE VUOI, DOMANDA QUEL CHE DESIDERI; VAI VIA QUANDO VUOI. QUESTE DELIZIE SONO FATTE PIÙ PER GLI OSPITI CHE PER IL PADRONE”.

 

INDIZIO N°3 “Alto, forte e intelligente traina i carri con su gente”
Che animale è secondo voi? cercate l’ACQUA e sarete vicini alla risposta dell’indovinello!
Siete in Piazza di Siena, dove ogni anno nel mese di maggio si tiene il Concorso Ippico Internazionale in cui bellissimi cavalli gareggiano e saltano gli ostacoli leggeri come se avessero le ali…o nuotassero nell’aria!
A proposito di nuotare…questi cavalli di marmo sono particolari non trovate? Si tratta di CAVALLI MARINI, esseri mitici metà cavalli e metà pesci che accompagnavano il dio del Mare Poseidone.

12048778_438439613027521_1862473478_n

Potrete approfondire la conoscenza di queste e altre creature mitologiche insieme ai bambini guardando ad esempio la serie “Percy Jakson e gli Dei dell’Olimpo” Ecco uno dei trailer https://www.youtube.com/watch?v=A-I39sBuQP4 buona visione!

 

INDIZIO N°4 Questo indizio inizia con una storia…leggete il link che segue http://www.favole.org/silvia_lo_iacono_perseo.php

Ora che sapete chi è MEDUSA cercate i SERPENTI sulla sua testa …ma fate attenzione a non guardarla negli occhi mi raccomando!

INDIZIO N°5 Nell’elenco degli animali immaginari più terribili subito dopo il drago viene UN ANIMALE CON IL CORPO DA LEONE E LA TESTA E LE ALI DI AQUILA avete capito di chi sto parlando? Vi do un altro aiutino…

«È forse Grifondoro la vostra via,
culla dei coraggiosi di cuore:
audacia, fegato, cavalleria
fan di quel luogo uno splendore.»

Cosi recita il Cappello parlante quando parla della “casa” di cui fa parte il maghetto Harry Potter ad Hogwarts… esatto è proprio il GRIFONE!.

Questo essere mostruoso viveva, secondo gli antichi greci, nel Grande Nord, dove custodiva una montagna d’oro. I grifoni combattevano contro gli avidi uomini con un occhio solo che volevano rubare il prezioso metallo.
E voi? Siete degni seguaci di Harry? Tutti i grifondoro sono coraggiosi e nobili d’animo: amano far rispettare la giustizia e lanciarsi in sfide, proprio per questo, spesso finiscono nei guai!
Noterete che nell’immagine il muso dell’animale non è quello di un’aquila bensì di un leone…cosi lo ha immaginato l’autrice delle avventure di Harry Potter, J. K. Rowling

11121651_438439556360860_2077447915_n

Provate a disegnare il grifone davanti a voi e una volta a casa ricopiate anche quello di Harry, insieme potrebbero diventare un simbolo da appendere fuori dalla vostra cameretta!
Questa Villa è ricca di acqua ve ne sarete accorti…non a caso Roma veniva chiamata la “città dell’acqua” per la sua abbondanza di fontane e “nasoni” ossia le fontanelle pubbliche che regalano ancora oggi acqua fresca ai cittadini e ai turisti tutto l’anno.

INDIZIO N°6 FONTE GAIA Sapete che gaia significa “piena di gioia?” dunque cercate una fontana che vi faccia sentire allegri, felici di guardarla…come la troverete? Basta seguire l’esempio di Alice e trovare le tracce di un CONIGLIO

Oltre al coniglio troverete una bella famiglia in festa: sono dei satiri, figure mitiche che gli antichi greci immaginavano metà uomini e metà animali…un po’ come le sirene. Abitavano nel mondo selvaggio della foresta e per questo gli antichi avevano sempre un po’ paura mettersi in viaggio da soli…

Avete capito da quale animale i satiri hanno preso le zampe, la coda, le orecchie e addirittura la barba? Bravi è proprio la CAPRA!

Siete in prossimità di un lago artificiale che fu fatto costruire alla fine del ‘700 dal Principe Marcantonio IV Borghese ma pensate che prima ancora il Principe Scipione qui ospitava cinghiali, leoni, tigri, lupi e orsi nel cosiddetto “SERRAGLIO DEI LEONI”.

Insomma questo principe aveva realizzato il primo Zoo di Roma; nel 1911 il Comune di Roma decise di creare il Giardino Zoologico dentro Villa Borghese, quello che oggi conoscete come il BIOPARCO.

Approfittate per una visita, è a due passi da dove siete ora!

INDIZIO N°7 SERPENTE Al centro del lago sorge un tempio lo vedete? è dedicato ad un’antica divinità di nome ESCULAPIO
«gioia per l’umanità colui che conosce gli incantesimi per scongiurare le orrende sofferenze»…in breve era il Dio della Medicina

Osservate con attenzione la scena scolpita nel marmo che ha come protagonista un grande SERPENTE. Mettetevi comodi su una panchina, ora ve la racconto:

“Nel lontanissimo anno 292 avanti Cristo i romani, per fermare la terribile PESTE che aveva colpito Roma si imbarcarono per raggiungere via mare la città greca di Epidauro dove avrebbero implorato il Dio Esculapio di aiutarli a far finire la pestilenza.
Ecco che, mentre ormai stavano per abbandonare il porto di Epidauro per tornare a Roma, all’improvviso un enorme serpente marino salì a bordo della nave romana.
Il Dio aveva mandato un segno, li avrebbe aiutati! Un po’ impauriti (ci credo, provate voi a viaggiare per mare con un essere strisciante e pesantissimo che vi fissa con i suoi occhi gialli per tutto il tempo!) i marinai arrivarono fino a risalire il fiume Tevere, Roma era vicina.
Nei pressi dell’Isola Tiberina ecco che il serpentone decise finalmente di scendere.
Proprio in quel punto i romani costruirono subito un tempio: nacque cosi il primo ospedale di Roma!”

Tornando indietro sul viale dell’Uccelliera verso l’ingresso dal quale abbiamo iniziato il percorso troverete l’ultimo indizio.

INDIZIO N°8 Anche questa volta dovete usare tutta la vostra immaginazione e fantasia per individuare l’animale misterioso di cui vi sto per parlare…chiudete gli occhi e immaginate il viso della vostra mamma, o della maestra, della nonna o della zia messo sopra il corpo di un LEONE!

12021777_438439643027518_1539067018_n

Pensate che questo animale, LA SFINGE, metà donna metà leone era il terrore di tutti i viaggiatori dell’antica Grecia perché amava porre indovinelli molto difficili ai viandanti e, se questi non sapevano rispondere correttamente, li divorava!

Coraggio famiglia, cerchiamo tutti insieme di risolvere questo INDOVINELLO per uscire dalla selvaggia Villa Borghese sani e salvi!

“Quale animale ha 4 zampe da piccolo, 2 da adulto e 3 da vecchio?”

(psss… vi do un aiutino pensate ad un nonno che cammina con un bastone…esatto la risposta corretta è L’UOMO)

Alla prossima avventura care famiglie curiose

Fabiola Gnoli
seguitemi su facebook
https://www.facebook.com/Io-Clio-hands-on-History 443699505793436/timeline/?ref=hl

Se vuoi lascia un commento

Ti ricordiamo che romadeibambini non organizza gli eventi direttamente è solo una fonte d'informazione
Non ci sono commenti!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *