Luneur Roma

Tre itinerari per visitare Roma con i bambini

Tre itinerari per visitare Roma con i bambini



Visitare Roma con i bambini tre itinerari facili per vedere la Capitale insieme ai propri figli in modo istruttivo e divertente.

Gli Antichi la definivano Roma“Caput Mundi”, il centro del mondo, perché fu per secoli il crocevia di potere, ricchezza e cultura. Ancora oggi la Capitale, malgrado le difficoltà, risplende della bellezza e del fascino lasciato in eredità dal passato. Roma è una città fitta di storia, ogni strada ha qualcosa da raccontare ecco perché se decidete di visitarla sarebbe bene avere a disposizione almeno una settimana ma, se il tempo manca, ci si può far bastare anche un week-end lungo nel quale vedere i siti più famosi. I periodi dell’anno più indicati per visitarla sono la primavera e l’autunno che regalano alla città una luce particolare che amplifica la sua eterna bellezza, ma anche l’inverno, generalmente mite e meno affollato, può essere preso in considerazione.

Roma è una città abbastanza caotica ma anche grazie a questa sua caratteristica è facile trovare soluzioni per ogni esigenza soprattutto  per mangiare e per dormire. I vicoli e le strade romane sono affollate di ristoranti, trattorie tipiche o pizzerie mentre per alloggiare c’è un’ampia scelta che va dagli alberghi a 5 stelle fino ai piccoli B&B, perfetti per le famiglie, facili da prenotare direttamente online, grazie ai siti come venere.com che offrono sistemazioni a prezzi concorrenziali per ogni necessità.

Ma cosa vedere a Roma con i bambini?

Visitare Roma con i piccoli sarà un’esperienza entusiasmante sia per voi che per loro, i quali potranno godere di una lezione di storia direttamente sul campo grazie anche a guide dedicate come quelle di Safari D’arte che coinvolgono i ragazzi in una divertente caccia al tesoro tra i monumenti della città. Inoltre potrete approfittare anche di alcuni dei laboratori didattici creati appositamente per i bambini organizzati mensilmente dai Musei romani e segnalati su questo sito.

Intanto qui di seguito vi suggeriamo tre itinerari per scoprire i segreti e le bellezze della Città Eterna.

Villa Borghese e Bioparco

Bioparco di Roma e Villa BorgheseL’itinerario perfetto per le famiglie, soprattutto quelle con i bambini piccolini che non hanno ancora iniziato a studiare storia, è senza dubbio, il percorso nel parco simbolo della Città, Villa Borghese.

Villa Borghese è uno dei parchi pubblici più grandi di Roma con i suoi 80 ettari di verde è il polmone del centro cittadino, una risorsa che oltre ossigenare Roma offre diversi punti di svago soprattutto alle famiglie e si può visitare anche in bici senza pericoli.

Al suo interno troviamo il Bioparco che occupa 18 ettari della Villa ed ospita, oltre centinaia di specie animali, anche laboratori didattici per bambini. Il Bioparco costituisce un’alternativa alle tradizionali mete culturali ed è tra i primi 5 siti per numero di visitatori.

Subito dopo, se avete ancora forza e tempo potete fare una passeggiata nel Parco arrivando fino a Piazza di Siena lì c’è la Casina di Raffaello dove i bambini potranno giocare e ascoltare letture animate e partecipare ad una delle tante attività organizzate dalla ludoteca.

Un altro luogo da visitare  con i bambini soprattutto con un’età compresa tra i 0 e i 7 anni è il Museo dei Bambini Explora, che si trova nei paraggi di Villa Borghese, vicino a Piazza del Popolo, dunque per arrivarci è necessario fare una passeggiata di qualche minuto.

Per visitare Explora è necessario prenotare scegliendo una delle fasce orarie a disposizione, che partono dalle 10.00 di mattina fino alle 17.00, ogni turno dura 1 ora e 45 minuti, tempo nel quale i  bambini sono liberi di scegliere le attività da svolgere e dunque giocare a fare il contadino, il bancario, l’impiegato delle poste  e soprattutto l’evergreen pompiere salendo sull’ambito camion per il quale si deve fare sempre la fila. Sviluppato su due piani Explora offre un’area attrezzata anche per i piccolini dai 0 ai 3 anni.

Colosseo e Centro Storico

colosseoNaturalmente non si può andar via da Roma senza aver visto il Colosseo e i Fori Imperiali, dunque, raggiungete l’Anfiteatro Flavio con la LINEA B della metropolitana e appena usciti dalla sotterranea, godrete subito della immortale  bellezza del simbolo romano per eccellenza.

Per visitare il Colosseo è necessaria circa un’ora e dopo si può fare una passeggiata  su Via dei Fori Imperiali alla fine della quale, sulla vostra destra, potete ammirare il Mercato Traiano. In fondo a Via dei Fori Imperiali c’è Piazza Venezia con l’Altare della Patria e il Complesso del Vittoriano che normalmente ospita mostre di grande prestigio.

La passeggiata può proseguire su Via del Corso, la strada dello shopping romano, che porta a Piazza di Spagna, Fontana di Trevi e infine a Piazza del Popolo oltreché tra i vicoletti più suggestivi di Roma. Poi se i vostri ragazzi sono un po’ più grandi e amano l’Horror potete riprendere la metropolitana, da Piazza del Popolo o Spagna, oppure passeggiare fino a Piazza Barberini dove si erge, all’incrocio con Via Veneto, la Chiesa Santa Maria della Concezione dei Cappuccini la cui attrattiva principale risiede nella cripta-ossario decorata con le ossa di circa 4000 frati cappuccini, raccolti tra il 1528 ed il 1870, un suggerimento per un’escursione fuori dalle mete consuete che di sicuro impressionerà i ragazzi e non solo.

San Pietro e Piazza Navona

San Pietro VaticanoSan Pietro è un’altra tappa immancabile per chi vuole visitare Roma. La Basilica si raggiunge con la LINEA A della metropolitana scendendo alla fermata Ottaviano, per arrivare al cospetto del colonnato più famoso del mondo dopo una breve passeggiata. Dopo aver apprezzato la bellezza unica di Piazza San Pietro si può entrare per vedere la Basilica all’interno, dove oltre rimanere incantati dalle decorazioni c’è la “Pietà” di Michelangelo. Naturalmente si può scegliere di visitare i Musei Vaticani ma con i bambini potrebbe essere problematico vista la lunghissima fila onnipresente all’entrata. Quindi se non riuscite a vedere i Musei Vaticani potete dirigervi verso Via della Conciliazione fino ad arrivare a Castel Sant’Angelo per visitarne l’interno. Dopo la Fortezza si può attraversare Ponte Sant’Angelo con le sue imponenti statue e passeggiare fino alla meravigliosa Piazza Navona per proseguite per Via del Governo Vecchio, alla fine della quale arriverete a Campo dei Fiori, dove potete passeggiare per il mercato della frutta e della verdura .

Tra le attività da fare con i bambini a Roma segnaliamo anche, fuori dagli itinerari classici, una visita da Tecnotown la ludoteca scientifica di Roma che organizza, spettacoli nel planetario gonfiabile per i bambini e offre tanti laboratori per giocare con la tecnologia.

Per conoscere i laboratori didattici per bambini nei vari Musei di Roma consulta il nostro Calenderio delle attività in alto a destra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *